Gli altri Luoghi di Nazaret

Nazaret, insieme con Gerusalemme e Betlemme, vanta un gran numero di luoghi di antica venerazione legati alle tradizioni delle diverse Chiese. Tra i più antichi vi è la "Fontana della Vergine", spesso citata dai pellegrini assieme all’Annunciazione.

A pochi passi dalla Basilica dell’Annunciazione c’è il nuovo centro internazionale "Maria di Nazaret", affidato alla comunità "Chemin Neuf", una sorta di museo multimediale dedicato alla figura di Maria.

Il convento delle "Dame di Nazaret", accanto alla "Casa Nova francescana", ha al suo interno i resti di costruzioni medievali e di un sepolcro giudaico scavato nella roccia con pietra circolare all’ingresso, proprio come quello descritto nei vangeli e messo a disposizione da Giuseppe d’Arimatea per il corpo di Gesù. Il convento fu fondato dalle suore che arrivarono dalla Francia nel XIX secolo. Oggi le suore gestiscono una scuola e un ostello per i pellegrini.

In alto, sulla collina che a settentrione domina la città, si eleva la chiesa salesiana dedicata a "Gesù adolescente", affiancata dalla scuola professionale. La bianca chiesa si contraddistingue per le forme neo-gotiche e le due torrette in facciata.

A Nazaret convivono diverse fedi e diverse confessioni cristiane, per cui sono tanti gli edifici religiosi che vi si trovano. Nel quartiere vicino alla Basilica vi è la chiesa protestante, costruita a fine Ottocento in stile gotico nordeuropeo, che ospita la comunità evangelica anglicana. Proprio nel centro della città si trova la chiesa dell’Annunciazione dei Cattolici di rito greco e poco più a nord quella di S. Antonio Abate dei cattolici maroniti. Dietro la chiesa di San Gabriele dei Greci-ortodossi si sono stabiliti, invece, i Battisti nordamericani e in una via laterale si erge la chiesa dell’Annunciazione dei Cristiani Copti.