Chiesa di San Giuseppe

Interno

Affiancando il convento francescano verso nord si giunge al Santuario dedicato alla commemorazione di San Giuseppe, sposo di Maria e padre putativo di Gesù.

La tradizione antica lega a questa Basilica il ricordo della casa del carpentiere di Nazaret. Tra le testimonianze più antiche si segnala quella del pellegrino Arculfo (VII sec.), che parla dell’esistenza di un Santuario detto della Nutrizione. Qui Gesù venne allevato ed educato dai suoi genitori. L’altra tradizione lega il luogo alla “bottega di Giuseppe”, memoria che i francescani recuperarono al loro arrivo a Nazaret nel XVII secolo.

Oggi, sui resti di una chiesa crociata, sorge una struttura neo-romanica, progettata dall’architetto tedesco fr. Wendelin Hinterkeuser, e realizzata tra il 1911 e il 1914. Fino a quel momento, sul luogo, sorgeva una piccola cappella costruita dai francescani nel 1754.

Negli scavi archeologici di fine Ottocento venne ritrovata una vasca con pavimento mosaicato, ritenuta un antico battistero, e una serie di grotte e silos visibili nella cripta della chiesa.

Chiesa di San Giuseppe